• Se io fossi fuoco...
  • oesz_erom
  • 30.06.2020
  • Italienisch
  • B1
Um die Lizenzinformationen zu sehen, klicken Sie bitte den gewünschten Inhalt an.

Se io fossi... (so­net­to di Cecco An­gio­lie­ri)

1

S'i' fosse fuoco, ardereï 'l mondo;

s'i' fosse vento, lo tem­pes­ta­rei;

s'i' fosse acqua, i' l'an­neg­he­rei;

s'i' fosse Dio, man­der­eil'en pro­fon­do;



s'i' fosse papa, allor serei gio­con­do,

ché tutti cristïani im­bri­ga­rei;

s'i' fosse 'mpe­ra­tor, ben lo fa­reia

tutti ta­gli­a­rei lo capo a tondo.



S'i' fosse morte, an­da­rei a mi' padre;

s'i' fosse vita, non sta­rei con lui:

si­mi­le­men­te faria da mi' madre,



S'i' fosse Cecco, com'i' sono e fui,

tor­rei le donne gio­va­ni e leg­giad­re:

le zoppe e ve­c­chie las­se­rei al­trui.

Cecco An­gio­lie­ri

S'i' fosse fuoco, ardereï 'l mondo;

s'i' fosse vento, lo tem­pes­ta­rei;

s'i' fosse acqua, i' l'an­neg­he­rei;

s'i' fosse Dio, man­der­eil'en pro­fon­do;



s'i' fosse papa, allor serei gio­con­do,

ché tutti cristïani im­bri­ga­rei;

s'i' fosse 'mpe­ra­tor, ben lo fa­reia

tutti ta­gli­a­rei lo capo a tondo.



S'i' fosse morte, an­da­rei a mi' padre;

s'i' fosse vita, non sta­rei con lui:

si­mi­le­men­te faria da mi' madre,



S'i' fosse Cecco, com'i' sono e fui,

tor­rei le donne gio­va­ni e leg­giad­re:

le zoppe e ve­c­chie las­se­rei al­trui.

1





5




10




15


Cecco An­gio­lie­ri
Cecco An­gio­lie­ri
2

Se io fossi fuoco, bruce­rei il mondo;

se io fossi vento sca­te­ne­rei la tem­pes­ta su di esso;

se io fossi acqua, lo som­mer­ge­rei;

se io fossi Dio, lo farei spro­fon­da­re in un abis­so;



se io fossi Papa, al­lo­ra sì che sarei al­le­gro,

poiché met­te­rei nei guai tutti i cris­tia­ni;

se io fossi im­pe­ra­to­re, sai cosa farei? (op­pu­re: lo farei cer­ta­men­te)

Taglier­ei la testa di netto a tutti.



Se io fossi morte an­drei da mio padre,

se io fossi vita mi al­lo­n­ta­ne­rei da lui: (op­pu­re: non sta­rei con lui)

allo stes­so modo mi com­porte­rei con mia madre.



Se io fossi Cecco, come sono e sono semp­re stato,

pren­de­rei per me le donne gio­va­ni e av­ve­nen­ti,

e la­sce­rei agli altri quel­le ve­c­chie e brut­te (op­pu­re: quel­le zoppe e ve­c­chie).

Ver­sio­ne ita­lia­na

Se io fossi fuoco, bruce­rei il mondo;

se io fossi vento sca­te­ne­rei la tem­pes­ta su di esso;

se io fossi acqua, lo som­mer­ge­rei;

se io fossi Dio, lo farei spro­fon­da­re in un abis­so;



se io fossi Papa, al­lo­ra sì che sarei al­le­gro,

poiché met­te­rei nei guai tutti i cris­tia­ni;

se io fossi im­pe­ra­to­re, sai cosa farei? (op­pu­re: lo farei cer­ta­men­te)

Taglier­ei la testa di netto a tutti.



Se io fossi morte an­drei da mio padre,

se io fossi vita mi al­lo­n­ta­ne­rei da lui: (op­pu­re: non sta­rei con lui)

allo stes­so modo mi com­porte­rei con mia madre.



Se io fossi Cecco, come sono e sono semp­re stato,

pren­de­rei per me le donne gio­va­ni e av­ve­nen­ti,

e la­sce­rei agli altri quel­le ve­c­chie e brut­te (op­pu­re: quel­le zoppe e ve­c­chie).

2





5




10




15




20

Ver­sio­ne ita­lia­na
Ver­sio­ne ita­lia­na
Fonte: Open Clip­art (CC0)

E tu?

1
1. Se tu fossi una donna o un uomo, che cosa fa­res­ti?
  • Scri­vi dieci frasi in cui spieghi cosa fa­res­ti!
  • Ce la fai a scri­ve­re un so­net­to?
x